Si parla tanto, in questi ultimi anni, di una profonda crisi delle emozioni. Come se le persone avessero perso il senso dell’appartenenza all’umanità, a una civiltà. Non so se sia davvero così. Di certo quello che personalmente noto è una forte disillusione che ci fa perdere la strada. Quella sensazione di procedere da soli che appartiene a molti. La paura di non poter contare altri che su stessi.
Nelle emozioni c’è il futuro: quello concreto, quello dettato dalla fiducia. Siamo in un’epoca perfetta per sostituire la paura con la speranza.
Tornare alle emozioni significa tornare a credere nelle persone per bene. Lo ha affermato anche l’imprenditore Bruno Cucinelli, durante il suo intervento alla XIII Convention del consorzio Cgm “Tutta un’altra impresa – Sociale, creativa e sostenibile”: «Abbiamo bisogno di abbandonare la paura che ci è stata trasmessa e tornare alla speranza».
Dobbiamo recuperare la fiducia nelle persone per ritrovare anche la strada della creatività, quella che ci può condurre a un futuro migliore.
Cucinelli, durante il suo intervento, ha citato Jean Jacques Rousseau affermando che l’essere umano è creativo quando tutto intorno a lui è in pace con il creato.
Se stiamo bene, riusciamo a creare. Se rispettiamo gli altri esseri umani ridiamo valore alla dignità e con essa ci torna la creatività tipica dei momenti di serenità. «Se vogliamo essere veri e credibili, prima di tutto dobbiamo essere sempre noi stessi – ha dichiarato Cucinelli. Ed è in questa autenticità che possiamo trovare la forza per procedere e andare verso il futuro che ci aspetta, quello fatto di trasparenza. È lì che stiamo andando ma per andarci con l’atteggiamento giusto abbiamo bisogno di una civiltà di persone per bene.
Dovremmo alzare più volte al giorno gli occhi al cielo e godere dello spettacolo che ci attende. Ma dovremmo anche parlarci di più, condividere di più, ascoltarci di più.
Quando si ascolta si comprende meglio.

Iscriviti alla mia newsletter

Ogni settimana riflettiamo insieme sul giornalismo e sulla comunicazione digitale. Sempre sul filo dell'empatia e della gratitudine.

Private Policy

Mi prenderò cura della tua mail. Nemmeno io amo lo Spam ;)