Chiara Gamberale: “Per dieci minuti”. Sfidare se stessi per favorire il cambiamento

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dieci minuti al giorno. Cosa volete che siano? Passano in fretta. Già, ma se per dieci minuti si provasse a fare qualcosa di mai fatto prima nella nostra vita? Quei dieci minuti varrebbero improvvisamente molto di più. “Per dieci minuti”, il romanzo di Chiara Gamberale, mi ha fatto compagnia per tre sere. L’ho divorato e assorbito. Ne ho colto l’essenza e l’ho fatto mio. Non è possibile leggerlo in soli dieci minuti, questo no. Ma sicuramente fa in modo che i prossimi dieci minuti della nostra vita non siano più li stessi.

Perché quando perdi il lavoro, cambi casa passando dal paese alla grande città e tuo marito scappa dall’altra parte del mondo, il più lontano possibile da te e dalla vostra vita. Beh, allora servono a tanto quei dieci minuti. E’ la storia del romanzo di Chiara Gamberale: “Per dieci minuti”. Tutto comincia con un momento difficile. Tre momenti di rottura che possono capitare nella vita di ognuno di noi. Nulla di drammatico ma certamente qualcosa di complicato da gestire, da accettare e da superare per cambiare vita. Crollano le certezze, si sfaldano i progetti futuri, vacilla la propria autostima.

Pochi minuti al giorno per cambiare


E allora cosa succede? La terapista a cui si rivolge la protagonista, Chiara, propone un gioco: ogni giorno per un mese fare qualcosa di mai fatto prima per dieci minuti, appunto. Mettersi in gioco, superare i propri limiti, accettare il cambiamento e acquisire consapevolezza di sé. Dei concetti di cui in questo blog parliamo spesso e tanto. Per questo voglio consigliarvi questo libro. Perché il gioco che la Gamberale ha fatto nella sua vita reale e attraverso il quale ha guidato la sua protagonista è fortemente terapeutico. Se state attraversando un periodo di difficoltà o vi trovate davanti a un cambiamento importante: fatelo. Se tutto nella vostra vita va come deve andare, fatelo lo stesso.

Cosa fare in quei dieci minuti al giorno? Provate a pensare a quello che vi appare più lontano da voi. Quel qualcosa che nominate accompagnato da “io non potrei mai…” Bene, quello è ciò che dovete fare nei vostri dieci minuti. Non amate i lavori manuali? Costruite qualcosa. Non siete mai entrati in una sala bingo? Fatelo ora. Non avete mai messo piede in una discoteca perché siete degli intellettuali? E’ il momento di farlo. Guardare un film romantico è sempre stato lontano dai vostri pensieri? Armatevi di fazzoletti e preparatevi ad amore e dolcezza. Insomma: osate. Andate oltre.


Ovviamente prima vi consiglio di leggere questo romanzo di Chiara Gamberale. Vi assicuro che appena concluso vi verrà una gran voglia di cominciare il gioco dei dieci minuti.

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MI prendo cura della tua mail. Promesso

Iscriviti alla mia Newsletter

Sarai sempre aggiornato sui miei articoli e riceverai contenuti esclusivi

Il tuo nome:
La tua mail: