La legge dell’attrazione non è magia

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

La legge dell’attrazione funziona. È una legge dell’Universo e anche se non ne siamo consapevoli lei si muove nella direzione dei nostri pensieri e delle nostre azioni. Mi capita spesso di incontrare persone che non credono in questa legge universale. Mi spiace deludere loro e voi se appartenete a questo gruppo di persone perché non è importante che ci crediate o meno. Lei funziona. In ogni caso. Se ne capiamo le dinamiche può diventare una grande alleata. Altrimenti, lei fa il suo lavoro e attrae quello su cui noi lavoriamo costantemente con pensieri, parole, azioni e visualizzazioni. Vi racconto una storia.

Diversi anni fa io e mio marito – allora fidanzati – stavamo cercando casa. Il classico momento della vita in cui “ci si guarda attorno” per trovare un nido d’amore. Ne abbiamo viste diverse ma un giorno capitiamo in un’agenzia che ci propone una casa ancora in costruzione. Era tutta da immaginare sulla base dei disegni. Non esisteva. Ricordo che era un venerdì sera. Abbiamo deciso di prenderci il weekend per pensarci. Prendere una casa su due piani con mansarda sulla carta non era una decisione facile.

Il sabato e la domenica li abbiamo trascorsi tra mille calcoli e pensieri. Mio marito ha anche realizzato un plastico in scala della casa per dare a me un’idea degli spazi e delle altezze. È stato un momento divertente che ci ha portati alla decisione: “ok la prendiamo!”. Il lunedì chiamo l’agenzia e purtroppo mi dicono che la casa è stata fermata da una coppia che l’aveva vista prima di noi. La delusione è stata tanta. Ormai era la nostra casa. Non avendo fretta, però, ci siamo rimessi alla ricerca. Già, peccato che qualunque appartamento non fosse mai all’altezza del nostro sogno. La casa sulla carta.

Ogni volta ci guardavamo e sapevamo già che non era quella giusta. Dovevamo trovarne un’altra che ci facesse innamorare allo stesso modo. Dopo quasi due anni di ricerca un giorno – sempre per quel caso che non esiste – mi trovo tra le mani un giornale di annunci casa. Sfogliandolo resto allibita: la foto della “nostra” casa finita e bellissima mi guardava. Ho chiamato subito e siamo andati a vederla. Era lei! Era bella ed esattamente come ce la siamo immaginata. La coppia che l’aveva comprata doveva sposarsi e invece si sono lasciati. Quindi il costruttore l’ha rimessa in vendita. E noi l’abbiamo comprata. È la casa in cui viviamo ancora oggi. È la nostra casa.

La legge dell’attrazione ha funzionato ma noi non ne sapevamo assolutamente nulla. Io a quei tempi non ero per niente la persona di oggi. Non avevo questa consapevolezza e non sapevo minimamente che il modellino, il fantasticare sulla casa la sera sul divano, il continuare a pensare a lei come l’unico nido d’amore, ci avrebbe portati li. Eppure è accaduto.

[Tweet “La legge dell’attrazione funziona anche se non ci crediamo. Noi possiamo farne un’alleata.”]

Questa storia mi è tornata in mente qualche giorno fa. Dopo aver scritto della piuma rossa mi sono ricordata anche di questo momento della mia vita che oggi voglio condividere per dire a chi non ci crede che la legge dell’attrazione è una legge universale che esiste e funziona. Ha le sue dinamiche e si muove che noi lo si voglia o meno. Il vero segreto è diventarne consapevoli e utilizzarla a nostro vantaggio.

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

5 risposte a “La legge dell’attrazione non è magia”

  1. Funziona! Altro che se funziona. Uno degli strumenti più importanti per attivare la legge di attrazione è proprio la visualizzazione creativa. Immaginando nei particolari la vostra casa dei sogni, realizzando un disegno, un quadro, un plastico come avete fatto voi, ha fatto si che i vostri pensieri si trasformassero in cose…e così è stato! Anche a me è successo un sacco di volte e anch’io quando ho desiderato e sognato ad occhi aperti la casa che desideravo, un bel giorno l’ho trovata ed aveva proprio tutte le caratteristiche che dicevo io.

    1. Sai Laura, credo quella sia stata la volta in cui – senza blocchi e paure – ho saputo utilizzare la visualizzazione creativa. E non sapevo cosa fosse! Oltretutto era potenziata da mio marito….
      Ricordandola oggi credo che la prenderò ad esempio per tornare a creare con la mia mente!

  2. Ero in palestra con mia figlia. Lei 17 anni, io 42. Lei si fa due corsi intensivi uno dietro l’altro, io sopravvivo appena alla lezione di zumba. L’età, si sa. La incrocio tra un corso e l’altro sudata fradicia e le chiedo se si è almeno portata una barretta di cereali. Tipico da mamma! Lei alza le spalle, la solita solfa, ma io insisto, e mi offro di andare al distributore a prendergliene una. Lei insiste che non la vuole. Nel frattempo ci ritroviamo sole nella saletta che si è svuotata a fine corso, poggiamo per terra le bottigliette in un punto a caso e nell’abbassare lo sguardo … non ci possiamo credere: proprio lì c’è una barretta di cereali, sola soletta dimenticata da qualcuno!

  3. Ciao Assunta, volevo ringraziarti per aver parlato della legge dell’attrazione e per aver consigliato il libro The Secret. Incuriosita dalla tua storia della piuma rossa ho acquistato il libro e lo sto leggendo con molto interesse, cercando di mettere in pratica ciò che dice. Ripensando al passato mi sono resa conto che mi sono “trovata” in situazioni che mi facevano stare male, perchè ero convinta di non meritarmi cose più belle o appaganti…solo ora me ne rendo conto! Sento che è un nuovo inizio…e questo grazie a te!
    Sara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MI prendo cura della tua mail. Promesso

Iscriviti alla mia Newsletter

Sarai sempre aggiornato sui miei articoli e riceverai contenuti esclusivi

Il tuo nome:
La tua mail: